Menu

    TelexFree news 19 Dicembre – Preparazione ai rimborsi

    By Alessandro Diodovich
    In News
    dicembre 17, 2014
    3452 Views

    TelexFree news 19 DicembreIn 35 anni nella gestione di fallimenti, Stephen Darr ne ha viste di tutti i colori. Ha restituito fondi ai creditori di una società di amianto oltre che a diverse vittime di Schemi Ponzi.

    TelexFree news 19 Dicembre

    Ma niente di tutto ciò si avvicina minimamente al livello fallimentare raggiunto in TelexFree Inc.. Mai nella storia è stato nominato come curatore fallimentare di una società, dove i giudici dicono che siano state truffate  2,1 milioni di persone, da Boston all’Uganda.

    Darr, è un commercialista di professione e un Senior Managing Director di Mesirow Financial Consulting a Boston ed è il fiduciario nominato dal tribunale incaricato nel pagare le richieste in denaro fatte dalle vittime di Telexfree, ai quali saranno dovuti più di 1 miliardo di $ . TelexFree diceva di essere una società di telefonia voip, ma in realtà ha generato la maggior parte dei suoi soldi attirando un flusso di piccoli investitori dal 2012 fino a quando non è stato chiuso all’inizio di quest’anno, secondo i pubblici ministeri.

    Molti immigrati brasiliani hanno rischiato e perso la maggior parte dei loro risparmi, nella speranza di poter raccogliere i rendimenti generosi che venivano promessi.

    “Mi sento molto dispiaciuto per queste persone, ‘dice Darr. “Hanno perso un sacco di soldi. Il mio lavoro è quello di impegnarmi affinchè possano rivedere il loro denaro, più rapidamente e più equamente possibile “.

    Ma sarà praticamente impossibile accontentare tutti.

    Darr riceve mezza dozzina di  e-mail strazianti ogni settimana dalle vittime di Telexfree da tutto il mondo,che si chiedono come e quando potranno riottenere i loro soldi indietro. Un professore del Ghana lo ha ringraziato per il suo lavoro e ha detto di sperare in un intervento divino. Una donna di 21 anni di Framingham (contea di Middlesex nello stato del Massachusetts) ha sostenuto che sua madre era caduta in depressione per le perdite subite riguardanti TelexFree. Un uomo dell’isola di Madeira (Portogallo) al largo della costa del Marocco, ha offerto a  Darr un tour se passerà da quelle parti.

    TelexFree ha presentato istanza di protezione dalla bancarotta nel mese di aprile, poco prima che le autorità statali e federali fecero irruzione nel loro ufficio di Marlborough e depositarono le accuse di frode civile contro l’azienda. Carmen Ortiz, il procuratore statunitense in Massachusetts, ha sequestrato 150 milioni di dollari di capitale facente capo alla società, comprese auto e barche di uno dei suoi proprietari.

    In Brasile, dove TelexFree è nato ed è stato chiuso nel 2013, le autorità hanno congelato 350 milioni dollari.

    In base ad un semplice calcolo effettuato ogni vittima riceverebbe 238 dollari. Ma non sarà così semplice. Darr e la sua squadra devono stabilire tramite un delicato processo di rivendicazione del denaro da parte degli iscritti, se una persona aveva un conto TelexFree e quanto denaro ha perso, garantendo nel contempo che un indennizzo pagato in Brasile non sarà presentato anche a Boston. Un giudice fallimentare a Worcester approverà il processo.

    TelexFree news 19 DicembreI proprietari statunitensi di TelexFree sono sotto processo con l’accusa di frode criminale. Uno di loro, Carlos Wanzeler, è fuggito nel suo nativo Brasile, quando la truffa è crollata, ed è un fuggitivo, secondo i pubblici ministeri. L’altro, James Merrill di Ashland, è chiuso nella sua casa con un braccialetto di tracciamento GPS . Entrambi negano le accuse, ma potrebbero trascorrere fino a 20 anni di carcere se saranno considerati colpevoli. Negli USA queste frodi

    Nel frattempo, le vittime TelexFree devono attendere.

    Darr, 68 anni, lavora su due computer nella sulla scrivania, dal suo modesto spazio in un ufficio a Boston in un grattacielo presso Franklin Street.

    Lui è un nativo Quincy e laureato al Boston College, con un MBA (Master in business administration) presso l’Università di Chicago, ha un debole per la pesca del salmone nel nord del Canada. Ha trascorso la sua carriera a Boston, e lavora per il gigante contabile KPMG ora Mesirow Financial , il suo attuale datore di lavoro.

    E molto conosciuto a Boston quando si parla di storie di fallimenti. Tra gli altri casi, ha gestito i reclami relativi a fondi Feeder per Bernard Madoff. Ora è al servizio come consulente finanziario al fiduciario nel  caso di fallimento del New England Compounding Center, a lui sono stati affidati i rimborsi per 135 milioni dollari da assengare alle vittime della farmacia Framingham, coinvolto in un focolaio di meningite nel 2012.

    I fallimenti raramente producono storie felici. TelexFree è particolarmente doloroso a causa del gran numero di vittime, dice Darr, molti di loro persone che hanno perso i risparmi di una vita di lavoro.
    Alcuni non parlano inglese, e una parte sono senza documenti, in quanto temevano di attirare l’attenzione su se stessi.

    “Sono il sale della terra, gente laboriosa, ” disse Darr. “Molte delle persone non capiscono che in realtà non era un business, che tutto ciò che è stato generato è stato davvero fumo negli occhi.”

    Negli Stati Uniti alla corte falllimentare di Worcester, ci sono state vittime di Telexfree che hanno richiesto al giudice Melvin S. Hoffmandi di lasciare che il tribunale riaprisse il business, dice Darr, come se ci fosse un business di riaprire.

    Darr e due membri del suo staff di Boston, hanno setacciato tutti i dati di TelexFree, e il suo programma informatico di contabilità, che risulta in portoghese e include 1,3 miliardi di transazioni da parte di clienti. Darr ha detto che ha citato in giudizio i documenti di banche, avvocati e commercialisti e studiato attentamente circa 200.000 documenti per comprendere come TelexFree abbia gestito e raccolto denaro.

    Ross Martin, un avvocato che si occupa di fallimenti e un partner di Ropes & Gray a Boston, ha detto che Darr è molto rispettato nel suo campo.

    “La cosa fondamentale in alcuni di questi casi è una combinazione di esperti contabili e informatici, perché devono entrare nei sistemi informatici e ricercare i dati dei contratti ”, ha detto Martin.

    L’ufficio di Darr ha ricevuto 29.000 richieste cartacee riguardo reclami Telexfree.

    Solo per gestire un reclamo cartaceo, fotocopie, e trasformarlo in un documento online, costa circa 10 dollari al reclamo, ha detto.

    Come in altri casi di fallimento, Darr e i suoi colleghi saranno pagati dalla stesso denaro che poi sarà destinato alle vittime della frode. Pertanto piu’ spese ci saranno e meno soldi prenderanno le vittime.

    Darr si è avvalso che di assumere uno studio legale , Murphy & King, dove quest’ultimi possono guadagnare fino a $ 550 l’ora per il loro lavoro sul caso. Darr potrà guadagnare un massimo del 3 per cento del totale dei fondi distribuiti alle vittime e ai creditori. Un giudice dovrà approvare oguno di questi pagamenti.

    Darr stima che, a 10 minuti per domanda, ci sarebbero voluti otto anni per una persona che lavora a tempo pieno per elaborare 100.000 richieste. Invece, egli prevede la costruzione di un sito web che consente ai richiedenti di compilare un modulo online e ottenere una risposta veloce che essi siano idonei o meno a ricevere i soldi, e una stima dell’importo da ricevere.

    Nadine Cohen, capo dell’unità diritti dei consumatori a Greater Boston Legal Services, che fornisce assistenza legale alle persone a basso reddito, ha lavorato con i gruppi della comunità, come il Chelsea Collaborative per aiutare nel fornire informazioni alle vittime TelexFree.

    “Il nostro interesse è fare in modo che le persone a basso reddito che realmente erano alla base di tutta questa storia e non ha mai avuto i soldi indietro, riescano a riprenderli, dice Cohen.

    Anche Lei sta lavorando con l’ufficio di Darr per assicurarsi che le persone vittime di Telexfree e prive di documenti – piuttosto che perdere i loro risparmi – possano presentare reclamo senza timore di rappresaglia alcuna.

    “Vogliamo fare in modo che i diritti di tutti siano protetti, ” ha detto Cohen. “Credo che Stephen Darr è stata molto sensibile a queste tematiche.”

    Alla fine, Darr dovrà vigilare su un processo che tratti tutti allo stesso modo.

    “Dobbiamo assicurare che attraverso il processo non ci siano persone avvantagiate ed altre no. Tutti vanno trattati in maniera equa. Ho il dovere di fare questo, dice Darr.

    Anche i pubblici ministeri condividono la sua preoccupazione per il risarcimento delle vittime più rapidamente e più equo possibile. “Ma hanno anche la preoccupazione di mettere in prigione le persone che hanno provocato tutto questo”

    Fonte articolo :  www.businessforhome.org
    Traduzione: A.D. MLMZOOM.IT

    TelexFree news 19 Dicembre

    commenti

    Vecchi commenti antecedenti al passaggio ad HTTPS

    • SCARICA SUBITO GRATIS LA GUIDA PER NON CADERE NEGLI SCHEMI PONZI ONLINE !

    • Seleziona Articoli / Azienda

    • Articoli recenti

      gio, ottobre 18 2018 - 9:45 am
      Organo Convention Roma 2018 – Il  più grande evento europeo dell’anno sta tornando in Italia, puoi partecipare a questo grand...
      mer, ottobre 17 2018 - 9:54 am
      Per la settima stagione consecutiva la multinazionale leader nel settore dell’integrazione sarà Partner Ufficiale della squadra mas...
      mar, ottobre 16 2018 - 8:47 am
      In più, accordi prestigiosi come quello con il make-up artist delle dive Fabio De Stefano e la sponsorizzazione della Fiorentina. P...
      sab, settembre 8 2018 - 11:30 am
      Richard DeVos, che ha cofondato Amway ed è stato uno dei più grandi imprenditori nel settore del Network Marketing, è morto giovedì...
      mar, luglio 24 2018 - 2:45 pm
      Coni herbalife24 Active Tour 2018 – Sabato 28 e domenica 29 luglio due giornate in riva al mare più bello d’Italia per fare i...
      gio, luglio 19 2018 - 10:30 am
      Nello scenario economico nazionale, anche per il 2017 quello degli integratori alimentari si conferma un settore trainante, caratte...
      mer, luglio 18 2018 - 11:24 am
      Oggi seguiamo la storia di una persona di successo, il suo nome è Simone Gelsomini e si occupa di network marketing dal 2007. Simon...
      mar, luglio 10 2018 - 10:57 am
      La Vendita Diretta è un settore che continua a crescere. A confermarlo sono Seldia (The European Direct Selling Association) e WFDS...

    Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti.
    NON utilizziamo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie.

    Informativa estesa CookiesInformativa Privacy GDPR 679/2016